VISS: Progetto sulla Sicurezza Stradale

Portale web di e-participation e user genereted content, piattaforma di business intelligence, social management, sistema sperimentale di analisi traffico

Il progetto VISS (Vivere Insieme la Sicurezza Stradale), finanziato nell’ambito del bando per “Selezione di proposte per la realizzazione di interventi a favore della sicurezza stradale – 3° Programma di Attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale”, bandito da “Assessorato dei Lavori Pubblici – Direzione Generale dei Lavori Pubblici” della Regione Autonoma della Sardegna, ha visto come obiettivo principale lo sviluppo di una nuova Cultura della Sicurezza Stradale che potesse essere condivisa sia dalle Istituzioni che dai Cittadini.

Tale Progetto è stato presentato dal Comune di Quartu S. Elena (Capofila), con i Comuni di Maracalagonis e Villasimius, in parternariato con il Centro di Competenza Regionale ICT della Sardegna Scarl.

Il presupposto dal quale il progetto si è sviluppato si basa sulla considerazione che le cause degli incidenti non possono essere ricondotte a singoli fattori. Infatti le ricerche dimostrano che questi ultimi derivano dalla concomitanza di numerosi fattori di rischio, come: norme relative al codice stradale, efficacia dei controlli e delle sanzioni, condizioni particolari dei veicoli, condizioni esterne al veicolo ed ai guidatori, messa in atto di comportamenti di guida che influiscono sulla guida stessa.

Il progetto si è sviluppato lungo una serie di azioni che hanno portato alla realizzazione di importanti attività in merito alle due macro-aree della formazione e della sperimentazione tecnologica.

L’area della formazione ha visto la realizzazione di azioni quali: seminari di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale nella scuole, interventi mirati per neopatentati, campagne informative “Train the trainer”.

L’area della sperimentazione tecnologica ha visto l’istituzione di un Portale Web2.0 di e-Participation e User Generated Content, di una Piattaforma di Business Intelligence, la creazione di una comunità su Facebook e l’attivazione di un canale Youtube, l’implementazione di un Sistema Sperimentale per l’analisi del traffico sulla SP 17 al fine di procedere anche ad un’importante analisi dei dati rilevati.

Share Button