Michele Marchesi, professore ordinario di Informatica dell’ateneo di Cagliari e socio fondatore di Flosslab, è stato nominato membro del team del progetto “Blockchain Technology and Smart Contracts” svolto dall’European Law Institute (ELI).

 

Il progetto “Blockchain Technology and Smart Contracts” mira a studiare l’impatto delle nuove tecnologie blockchain, Smart Contracts e DAO (Organizzazioni Autonome Decentralizzate) sul diritto privato, e a formulare proposte per adeguare le leggi e i regolamenti alle nuove realtà tecnologiche. Il team è coordinato dal prof. van Erp dell’Università di Maastricht e dalla prof.ssa Sénéchal dell’Università di Lille. 

La nomina di Marchesi segue la sua partecipazione alla “2019 ELI Annual Conference and Meetings” svoltasi dal 4 al 6 settembre a Vienna, sede della segreteria dell’ELI, in cui il Professore ha presentato la relazione dal titolo Smart Contracts on a Blockchain: a New Paradigm to Automate Contractual Relationships”. 

L’European Law Institute (www.europeanlawinstitute.eu) è un’organizzazione indipendente con sede a Bruxelles, che effettua ricerche, formula raccomandazioni e fornisce indicazioni pratiche nel campo dello sviluppo giuridico europeo. L’ELI, che opera senza fini di lucro, ha stretto numerosi accordi di partnership con l’Unione Europea. 

Michele Marchesi coordina presso il Dipartimento di Matematica e Informatica il gruppo di ricerca in ingegneria del software e tecnologie blockchain (Agile Group). Nel 2007 ha fondato la Flosslab, software house cagliaritana che, dal 2018, è entrata a far parte del gruppo bolognese Net Service S.p.A. (www.netserv.it). 

Share Button