Open_Source_Linux

Linux Open Source

OPEN SOURCE. Torino sarà la prima città italiana completamente libera dal “software proprietario”, grazie all’arrivo in Comune dei sistemi Linux.

Vi immaginate se la nostra città decidesse di abbandonare i sistemi operativi Microsoft per sostituirli con il software Open Source Linux? Molti dei pc presenti negli uffici comunali hanno ancora una licenza Windows XP, e un eventuale (e prima o poi, necessario) passaggio alla versione 8.1 richiederebbe dei costi insormontabili.

Il Comune di Torino, per alleggerire le casse di 300 euro per ciascuno degli 8300 pc, passerà a breve al sistema operativo gratuito Linux. Considerati i costi di apprendimento della nuova tecnologia, ci sarà un risparmio di oltre sei milioni di euro in cinque anni, con una riduzione delle spese per l’informatica che va dal 20 al 40 per cento rispetto alla situazione attuale.

In Europa la migrazione al sistema Open è stata già fatta, seppur in parte, dalla provincia di Bolzano e Monaco. Chissà se dopo Torino anche la Città del Sole si libererà dal colosso della Silicon Valley!

Share Button